Questo sito web utilizza i cookie per migliorare i servizi e l'esperienza degli utenti. Se scegli di continuare la navigazione, consideriamo accettato il loro uso.

logo auser tgp banner afterburner doppio finale x

Il principe che spostava le colline - Giusy Colmo

copertina libroIL PRINCIPE CHE SPOSTAVA LE COLLINE. DAL 29 SETTEMBRE IN LIBRERIA LA BIOGRAFIA DI ANTONELLO RUFFO DI CALABRIA. PREFAZIONE DI FULCO PRATESI

Il 29 settembre esce in libreria  edito da Castelvecchi nella collana Storie, “Il principe che spostava le colline”, primo libro di Giusy Colmo, responsabile della comunicazione di Auser Nazionale, associazione per l’invecchiamento attivo.

E’ la storia di vita di Antonello Ruffo di Calabria, protagonista controverso di una fra le più antiche famiglie nobili italiane. Provocatore, imprevedibile, capace di plasmare paesaggi e creare atmosfere, una vita straordinaria di un principe scomodo e geniale. E’ uno dei primi italiani a recarsi a Cuba subito dopo la rivoluzione. Incontra personaggi come Fellini,  Sciascia, Flaiano, ma anche il boss mafioso Michele Greco. Attira nella sua tenuta, la Selva di Paliano in provincia di Frosinone, una folta schiera di artisti. Negli anni Settanta, in piena espansione industriale, la trasforma nel primo parco ornitologico italiano frequentato da milioni di visitatori all’interno del quale si fa costruire una ferrovia privata.

“E' nato tutto da un incontro casuale il giorno di Pasqua di quattro anni fa – racconta Colmo-  quando il mio cammino si incrociava con quello di questo anziano aristocratico già ottantenne, fratello della regina del Belgio. Quel giorno del 2012 questo anziano signore dalla salute malconcia decideva di consegnare ad una perfetta sconosciuta la sua incredibile ed avvincente storia di vita. Ne è scaturito questo libro  frutto di un lavoro lungo e paziente di ascolto e ricostruzione dei suoi racconti e ricordi. 
Accanto a lui ho compiuto un viaggio straordinario, a passo lento, ma bellissimo nel suo vissuto. Una vita piena di slanci visionari.  Un libro importante anche da un punto di vista umano - prosegue Colmo - perché oggi la  malattia di demenza ha cancellato ad Antonello  i ricordi e gli ha rubato le parole, ma non la capacità di provare emozioni. Ciò che è riuscito a raccontarmi non andrà perduto”.

https://www.facebook.com/principeruffo